Il valore aggiunto di una fondazione filantropica “fully engaged”

La filosofia “da polpo” di MAVA Foundation

Credit: MAVA Foundation

Fondazione MAVA è una fondazione filantropica a conduzione familiare con sede in Svizzera. È stata fondata nel 1994 con lo scopo di preservare la biodiversità e le funzioni degli ecosistemi, promuovere iniziative per un’economia più sostenibile e per supportare azioni che contribuiscono alla conservazione dell’ambiente a livello globale.

L’ente eroga fondi per progetti di conservazione su tre aree eco-regionali, ma la sua mission non si ferma al supporto finanziario. Come viene ben evidenziato, chi lavora all’interno della fondazione si sente coinvolto in tutte le fasi dei progetti con i propri partner, sposando la loro causa e aiutandoli ad acquisire le competenze e gli strumenti di cui hanno bisogno.
È da questo principio che prende forma il booklet Be an Octopus! Reflections from an Engaged donor, una riflessione su come una fondazione possa ulteriormente ottimizzare il suo impatto positivo attraverso i fondi filantropici messi a disposizione.

“MAVA crede fermamente che, come donatore, sostenere una causa significhi più che finanziare progetti. Proprio come un polpo può adattarsi all’ambiente, risolvere problemi e usare armi diverse contemporaneamente, allo stesso modo abbiamo ulteriori capacità esclusive oltre alla firma degli assegni. Non sfruttare queste opportunità ridurrebbe il nostro potenziale impatto sulla nostra mission. Essere in grado di applicare tutte queste capacità è ciò che diciamo essere un donatore coinvolto.”

MAVA Foundation

All’interno dell’opuscolo vengono approfondite le motivazioni, le buone pratiche e le lezioni apprese in quasi trent’anni di progetti finanziati. Mettere a disposizione i processi e le modalità di lavoro maturate in questa lunga esperienza filantropica è un modo per condividere consigli e strategie ad altre fondazioni che desiderano apportare un valore aggiunto nei progetti dei propri partner.

Come diventare una fondazione filantropica “fully engaged”

Per fondazione MAVA un ente è coinvolto quando sposa la causa dei suoi progetti e dona la sua expertise oltre all’erogazione di fondi.

Ci sono tre domande chiave da cui partire per sviluppare un’ottimizzazione del proprio supporto finanziario all’interno dei progetti erogati:

  • Qual è la posizione di privilegio che la fondazione ricopre all’interno del sistema?
    Conoscendo i meccanismi e l’impatto delle relazioni, chi eroga fondi può identificare la propria posizione e la sua sfera d’influenza, la posizione ricoperta dai propri partner e ciò di cui hanno ulteriormente bisogno.
  • Quali sono le esigenze e le aspirazioni dei propri partner?
    La fondazione, che comprende realmente le aspirazioni e le sfide da affrontare, è in grado di individuare le azioni che agevolano il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
  • Quali sono le competenze peculiari della fondazione filantropica? 
    Individuate le esigenze e le aspirazioni dei propri partner, l’ente può sfruttare le sue capacità (come l’analisi del contesto, il networking, la credibilità verso un’audience specifica) per poter semplificare le attività da percorrere all’interno del progetto.

Nel booklet vengono concretizzate quattro tipologie di coinvolgimento per poter sviluppare un maggiore impatto, che si distinguono nel miglioramento della progettazione e l’implementazione del progetto, il supporto all’organizzazione, il sostegno di individui con grande potenziale e lo sviluppo delle relazioni nel sistema. Queste azioni possono coesistere oppure essere utilizzate singolarmente sui progetti finanziati.

Le quattro tipologie d’azione individuate da MAVA Foundation in grado di portare valore aggiunto ai progetti dei partner
Credit: MAVA Foundation

Per Fondazione MAVA un ente filantropico coinvolto si distingue dalle altre fondazioni ed è in grado di sfruttare le sue risorse in modo ancora più efficiente, perché:

  • È focalizzato sull’impatto e orientato verso i partner;
  • Si considera parte di una rete di mutua dipendenza;
  • Ha una profonda comprensione dei progetti e delle sfide da compiere;
  • Offre tutti gli strumenti di cui dispone;
  • Estende la portata della sua azione in base alle esigenze dei collaboratori;
  • Condivide sia la responsabilità che i risultati insieme ai partner;
  • Supporta i collaboratori nell’adempimento dei loro incarichi con pragmaticità e flessibilità;
  • Gestisce le imprevedibilità del contesto, imparando e adattandosi insieme ai partner;
  • Crea legami di fiducia con i propri collaboratori attraverso un supporto costante.

Essere una fondazione filantropica coinvolta permette di riconoscere la propria posizione nel sistema e gli strumenti che possono essere messi in atto nel momento in cui vengono dedicati fondi a progetti legati alla propria mission.

Mettere in gioco la propria expertise può ottimizzare i finanziamenti erogati, creando quel valore aggiunto che si concretizza attraverso diverse azioni, come lo sviluppo di relazioni tra enti che perseguono lo stesso obiettivo, utilizzare uno strumento come il design thinking per sviluppare in modo efficace e non-convenzionale i progetti dei partner oppure individuare gli attori che possono contribuire ad un miglior raggiungimento delle attività da eseguire.

Per leggere il booklet e lasciarvi ispirare, potete darci un’occhiata qui.

Condividi su:

TI POTREBBERO INTERESSARE